Il bello del calcio è che in qualsiasi momento può trasformarsi in una magia pronta a farci trepidare, sospirare ed esultare di gioia. Troppo spesso siamo rimasti inebetiti ed affascinati dinanzi le immagini che scorrevano sul piccolo schermo, stropicciandoci gli occhi nell’aver visto qualcosa al di fuori dell’ordinario e di irripetibile, frutto della grande giocata del campione. Ma talvolta il destino, mescolando le carte, fa il suo ingresso in scena, legando quel momento ad un protagonista del tutto inaspettato.

bressan fiorentina barcellona

Questo è il racconto di uno dei goal che ha segnato di più il periodo nostalgico e di un centrocampista che grazie al suo gesto, tra genio e follia, è entrato di diritto nella storia del calcio mondiale.

Ovviamente stiamo parlando di Mauro Bressan e del suo fantastico eurogoal, siglato contro il Barcellona allenato da Louis Van Gaal.

Bressan, cresciuto nelle giovanili del Milan, inizia la sua carriera in sordina, partendo dalla gavetta in Serie C prima al Perugia e successivamente al Como, dove attirando le attenzioni del Foggia, riesce finalmente ad esordire in Serie A nella stagione 1994-1995. In seguito alla retrocessione dei Satanelli, Bressan disputa due stagioni per parte prima con il Cagliari e poi al Bari, trasferendosi così nell’estate del 1999 alla Fiorentina allenata da Giovanni Trapattoni.

I viola, reduci dal terzo posto in Campionato della stagione precedente, sono tra i protagonisti della Champions League 1999-2000 e vengono inseriti in un girone di ferro con Arsenal, AIK e per l’appunto il Barcellona.

Arriviamo, così, al 2 Novembre 1999, la notte di Fiorentina-Barcellona. In una gara da cardiopalma e con ben sei reti realizzate da giocatori del calibro di Figo, Rivaldo e Balbo, a trovare la gloria eterna è proprio il centrocampista in maglia viola, che almeno per una notte oscurerà i numerosi campioni presenti in campo.

Il destino bussa alle porte di Mauro Bressan al ’13 minuto del primo tempo.

Enrico Chiesa mette in mezzo un pallone che viene respinto dalla difesa blaugrana al limite dell’area con un pallone alto o come direbbe il nostro amato Bruno Pizzul alla “Viva il parroco”, il centrocampista viola non ci pensa due volte e con una fantastica rovesciata inventa una traiettoria che si insacca sotto l’incrocio dei pali, beffando così Arnau. Il Franchi è in delirio per aver assistito ad un vero e proprio capolavoro. Bressan incredulo inizia a correre su e giù per il campo, prima di essere sommerso dalla gioia dei compagni, probabilmente incredulo anch’egli della prodezza appena realizzata.

Un’autentica perla, che nel Dicembre del 2014 ha ottenuto il riconoscimento ufficiale da parte de l’Uefa entrando al secondo posto nella Top 10 dei Goal realizzati negli ultimi 60 anni, piazzandosi in mezzo tra Marco Van Basten e Zinedine Zidane. Beh se non è nostalgia…

Mauro Bressan AC Fiorentina Vs FC Barcelona 02 11 99 Champions League 1999 YouTube

No Description