Manca veramente pochissimo all’inizio dello Star Sixes. Un evento dall’altissimo contenuto nostalgico che vedrà sfidarsi tantissimi campioni che hanno segnato la nostra epoca, regalandoci emozioni che ancora oggi restano impresse all’interno della nostra mente. Basti rispolverare gli scaffali della nostra memoria per vedere riemergere il “Golden Boy” Michael Owen siglare una delle reti più belle del mondiale di Francia ’98 contro l’Argentina o chiudere per un attimo gli occhi e vedere Djorkaeff realizzare in acrobazia una delle reti più belle della Serie A 1996/97.

L’attaccante inglese e l’ex numero 6 nerazzurro, sono soltanto due dei protagonisti della manifestazione che andrà in scena a Londra dal 13 al 16 luglio.

Noi è da giorni che siamo trepidanti, ed oggi abbiamo deciso di mischiare un po’ le carte mettendo in campo due “Top 11” tra i calciatori che saranno presenti alla manifestazione. Da una parte abbiamo scelto i migliori calciatori che si affronteranno allo Star Sixes, dall’altro abbiamo invece optato per un vero e proprio undici nostalgico.

Ecco le due “Top 11” dello Star Sixes:

Stars Eleven 11

Star Sixes 33

Per la prima abbiamo optato per un 3-4-3. Tra i pali, abbiamo deciso di affidarci a Nelson Dida, laureatosi campione del mondo con la nazionale verdeoro nel 2002 (seppur come secondo). L’ex portiere rossonero ha superato la concorrenza di un’altra vecchia conoscenza del nostro calcio, il francese Sebastien Frey che nel nostro campionato ha difeso la porta di Inter, Hellas Verona, Parma, Fiorentina e Genoa.

La retroguardia vede invece la presenza di due campioni del mondo di sicuro affidamento per la nostra linea a 3: Puyol e Desailly. Il francese fregiatosi del titolo intercontinentale nel 1998, ha militato in Serie A nel Milan di Fabio Capello, mettendo a segno la rete del 4-0 nello storica vittoria dei rossoneri ad Atene contro il Barcellona nel 1994. A completare il reparto l’inglese Rio Ferdinand che ha vestito la maglia della nazionale dei tre leoni in ben 81 occasioni.

Il centrocampo a quattro è un misto tra classe, potenze e fantasia. Troviamo infatti l’eleganza dell’ex “Gunner” Robert Pires, le geometrie di Steven Gerrard e e la solidità tutta tedesca di Michael Ballack. Protagonista assoluto sulla corsia di sinistra non poteva essere che Roberto Larcos, pronto a sfoderare il suo temibilissimo sinistro. Si accomoda in panchina il portoghese Deco, protagonista con i “Dragoes” delle vittorie nel 2003 in Coppa Uefa e nel 2004 in Coppa dei Campioni.

In avanti trovano posto, il pallone d’oro del 2001 Michael Owen, il quale sarà pronto a capitalizzare al meglio gli assist di Rivaldo e di Alessandro Del Piero che capitanerà la spedizione azzurra nell’avventura londinese. Pronti a subentrare a gara in corso Fernando Morientes e l’ex romanista Marco Delvecchio che certamente potrebbe tornare utile a partita in corso anche sulla fascia.

A disposizione: Frey, Novotny, Gallas, Deco, Gilberto Silva, Fiore, J.Baptista, Morientes, Giuly, Delvecchio.

Dida

90 presenze, campione del mondo 2002 con il Brasile

Dida

Carles Puyol

100 presenze, campione d’Europa 2008 e del mondo nel 2010 con la Spagna

Puyol Spagna

Marcel Desailly

116 presenze, campione del mondo 1998 e campione d’Europa 2000 con la Francia

Desailly

Rio Ferdinand

81 presenze e 3 reti con l’Inghilterra

Robert Pires

79 presenze, campione del mondo 1998 e campione d’Europa con la Francia

Steven Gerrard

114 presenze e 21 reti con l’Inghilterra

Michael Ballack

98 presenze e 42 reti con la Germania

Ballack

Roberto Carlos

125 presenze, campione del mondo nel 2002 con il Brasile

Roberto Carlos

Rivaldo

74 presenze, campione del mondo 2002 con il Brasile

Rivaldo

Michael Owen

89 presenze e 40 reti con l’Inghilterra

Owen

Alessandro Del Piero

91 presenze, campione del mondo 2006 con l’Italia

La seconda formazione stilata con un canone più nostalgico, è stata schierata anch’essa con un 3-4-3.

A conquistare la maglia numero 1 è l’ex portiere di Barcellona e Porto Vitor Baia, storico portiere dei lusitani che ha segnato praticamente tutta la nostra epoca.

La retroguardia vede presenti i due campioni olimpionici con la Nigeria del 1996 Celestine Babayaro, dirottato per l’occasione tra i tre centrali e l’ex nerazzurro Taribo West, vincitore anche della Coppa Uefa nel 1998 proprio con il club meneghino. Al centro della difesa spicca la presenza di Fernando Couto, protagonista nel nostro campionato con le maglie di Parma e Lazio.

“Baggio o Del Piero?” Il centrocampo si apre subito con una vera e propria sorpresa. A macinare chilometri sulla fascia destra ci sarà infatti l’idolo del braccio 6 “soldatino” Di Livio. In mezzo al campo spicca il talento del brasiliano Djalminha che per anni è stato colonna portante del “Superdepor”. A far compagnia al centrocampista carioca in mediana l’ex capitano del Valencia Gaizka Mendieta, il quale tuttavia non è riuscito a ripetere le stesse prestazioni una volta giunto alla Lazio. Schierato sulla fascia, ma poiché impossibile privarsene Jay-Jay Okocha, la cui classe ha irradiato per un bel pezzo gli anni ’90. Qui il vero rischio è stato rinunciare alla grinta ed al temperamento di Stig Tøfting. Speriamo che l’ex centrocampista dell’Amburgo non legga quest’articolo, evitando così conseguenze che per noi potrebbero essere letali.

L’attacco, consentitecelo di dire, non è adatto infatti ai deboli di cuore. Spicca infatti la presenza di Youri Djorkaeff, campione del mondo e d’Europa con la nazionale transalpina, l’ex Fiorentina Nuno Gomes, ma soprattutto il messicano Luis Hernandez, vera icona nostalgica del mondiale francese nel quale andò a segno in quattro occasioni.

A disposizione: Rufai, Salgado, P. Neuville, Tofting, Amaral, Jorgensen, Hamann, Lawal, Ravanelli, Ikpeba, Heskey.

Vitor Baia

80 presenze con il Portogallo

Vitor Baia im

Taribo West

41 presenze e campioni olimpico 1996 con la Nigeria

Taribo West

Fernando Couto

110 presenze ed 8 reti con il Portogallo

Couto

Celestine Babayaro

26 presenze, campione olimpico 1996 con la Nigeria

Angelo Di Livio

40 presenze con l’Italia

Gaizka Mendieta

40 presenze ed 8 reti con la Spagna

Djalminha

14 presenze e vincitore della Coppa America 1997

Dkjlminha

Jay-Jay Okocha

74 presenze, campione olimpico 1996 con la Nigeria

JJ

Youri Djorkaeff

82 presenze, campione del mondo nel 1998 e d’Europa nel 2000 con la Francia

DJorkaeff F

Nuno Gomes

79 presenze e 29 reti con il Portogallo

Nuno Gomes

Luis Hernandez

90 presenze e 35 reti con il Messico

Hernandez